Una specie di contro-curriculum

Odio Il Gattopardo. Profondamente, non sono mai riuscito a finire di leggerlo. La mia insegnante delle superiori ce lo diede come lettura del mese, alla fine interrogato le dissi che non l'avevo letto perchè mi faceva schifo. Ricordo ancora la cinquina di mia madre al ricevimento dei prof quando lo venne a sapere.
Per riflesso, odio anche il film di Visconti.



Ho lo stesso problema con Tolkien. Mai letto Il Signore degli anelli. E no, non è per la prima parte particolarmente ostica, è che proprio non ne amo lo stile: non sono andato oltre la metà dello Hobbit per dire...

Ho un talento particolare per quello che io chiamo "puntare sui cavalli zoppi". Tantissimi i progetti cui ho dedicato tempo, attenzioni, passione e che poi sono naufragati miseramente: Sitopreferito prima versione, Buonasera, Roma Nord Est, Nord Est, Zurban...

Nello stesso tempo abbandono progetti che potrebbero rischiare di diventare dei successi.

Il peggior colloquio di lavoro che ho mai fatto è stato con una editrice di un sito molto famoso di gossip. Io e il gossip. Mi sono vergognato come un cane quando ho capito che non sapevo minimamente di cosa stesse parlando e di chi. Ho chiuso velocemente il colloquio via Skype vergognandomi profondamente.

Mi è capitato di dire a colleghi che il pezzo che mi avevano mandato era bellissimo, ma poi non l'ho pubblicato perchè in realtà era pessimo...

Mi è capitato di dire a persone che le avrei chiamate per una collaborazione ma poi non l'ho mai fatto, non perchè non fossero persone valide, ma semplicemente perchè non era il momento giusto...

Mi è capitato di non pubblicare pezzi di colleghi perchè avrebbero richiesto un lavoro di editing talmente grande che avrei fatto prima a scrivermelo da solo...

Non amo intervistare politici; più di una volta ho scritto prima dell'incontro il pezzo, con tanto di domande r risposte, poi sono andato all'incontro, sono tornao in redazione e ho mandato in stampa - o messo online - il pezzo che avevo preparato prima di incontrare il politico di turno, senza variazioni di sorta... non è perchè sono un indovino o particolarmente intuito, ma perchè dicono sempre tutti le stesse cose...

Commenti

Post più popolari