Demons



Demons ha un solo, piccolo, banalissimo difetto: non è Buffy. Eppure fa di tutto per somigliarle: un ragazzino belloccio che è l'ultimo dei Van Helsing; lo zio tutore che gli insegna come cacciare le creature non morte; una ragazzina amica del protagonista cotta di lui; una vampira cieca con visioni che si chiama Mina Harker.

Un po' Buffy, un po' La lega degli straordinari gentlemen, un po' uno qualsiasi dei teen-drama che infestano la televisione, Demons è un prodott(in)o banale e scontato, che annoia per la maggior parte del tempo e non ha proprio motivi di interesse. Dura solo sei puntate, ma sono sei puntate interminabili.

In un periodo in cui dall'Inghilterra stanno venendo fuori ottime miniserie (Survivors, Apparitions, Dead Set) Demons giunge per frenare l'entusiasmo.

Evitabilissimo. E a ben pensarci, di difetti ne ha due: nell'ultima puntata si permette di citare in maniera evidente e del tutto fuori luogo Profondo Rosso. Ecco, se una citazione del genere l'avessero fatta nella prima puntata, avrei staccato il pc e evitato di perdere tempo a vederla.

Commenti

  1. Bene, la evito senza rimorsi allora anche perchè fare meglio di Dead Set mi sembra francamente difficile...cioè stiamo parlando di un piccolo capolavoro tra le miniserie ^__^

    RispondiElimina
  2. Ma in Italia l'hanno mandata in onda questa ciofeca di serie tv? Non ricordo di averla mai sentita...

    RispondiElimina
  3. @ Weltall: Assolutamente d'accordo con te, Dead Set è proprio su un altro pianeta!!

    @sommobuta: No, l'ho vista in originale. In giro si trovano i sottotitoli in italiano. Ma ancora mi chiedo come ho fatto a reggere sei puntate!

    RispondiElimina

Posta un commento