Di luce & di sabbia. Risacche di Vita



Luce, sabbia, onde, conchiglie, luna e galassie sono gli ingredienti della personale di pittura di Valentina Mori ospitata dalla galleria Spazio Officina468 di Roma dal 4 marzo all’8 aprile dal titolo “Di luce e di sabbia. Risacche di vita”.

La quindici opere in esposizione raccontano i segreti del mare e i suoi doni inaspettati. Grazie all’uso di frammenti desueti lasciati dalle onde sulla spiaggia, infatti, l’artista capta messaggi e li restituisce attraverso il suo linguaggio creativo.
Valentina Mori raccoglie e usa “resti marini” come sabbia, pietre, pomice e conchiglie, tritate e amalgamate a resina naturale, che esaltano, grazie alla potenza dei colori a olio, la suggestione del mondo marino. E di cosa parla il mare? Di luna piena, di Universo, di Amore, di Terra, di Vita, di Sogni.

Le tele firmate da Valentina Mori mescolano passione e senso, sbuffi marini di vento, lune nere alla deriva, lampi che squarciano il cielo, raggi verdi che turbano orizzonti lontani, Sogni e tanta Verità.

All'naugurazione, fissata per mercoledì 4 marzo alle ore 19.00, saranno prefenti l’Onorevole Umberto Croppi, Assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma e il Dott. Marco Perina, Vice Presidente Assessore Sport, Cultura e scuola XX Municipio

Apertura: tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 sabato su appuntamento (domenica chiuso).

Commenti